Alberto Sordi segreto, un docufilm sulla vita del grande attore italiano

Il primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi. Soggetto e sceneggiatura di Igor Righetti, cugino del grande attore. NB Management è Sponsor Researcher dell’evento.

Alberto Sordi segreto” è il primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi. Il soggetto e la sceneggiatura sono di Igor Righetti, cugino del grande attore (da parte della madre di Sordi, Maria Righetti), giornalista e conduttore radiotelevisivo RAI, autore del volume pluripremiato “Alberto Sordi segreto” giunto alla sesta ristampa a sette mesi dall’uscita (Rubbettino editore, prefazione di Gianni Canova). L’Alberto nazionale era riservatissimo, non amava l’ostentazione e la sua vita privata era blindata. Con il pubblico, a cui era molto legato e riconoscente, e con i suoi collaboratori ha condiviso soltanto la sua vita professionale.

La storia
Alberto Sordi segreto / Alberto Sordi secret” è il titolo del docufilm, vero e proprio documento storico, dedicato al re della commedia italiana, l’artista ancora amatissimo in tutto il mondo che ha percorso la storia dell’Italia e dei suoi abitanti dal Dopoguerra alla fine del secolo, dimostrando di essere un analitico osservatore della nostra società. Non a caso il critico Enrico Giacovelli scrisse: “Gli altri hanno fatto la commedia all’italiana, Alberto Sordi è stato la commedia all’italiana”. Fa scoprire, per la prima volta, chi fosse il grande attore fuori dal set, dalle interviste e dalle apparizioni televisive ufficiali. Rivela, inoltre, le tante inesattezze raccontate su di lui. Un docufilm lontano dai luoghi comuni, ricco di emozioni, aneddoti, curiosità, foto e video inediti, ricordi degli amici celebri (attori e comparse con cui lavorò, registi, fotografi, politici, critici cinematografici, produttori, giornalisti, presentatori televisivi) e non, dei parenti, dei vicini di casa, di alcuni suoi amori, di proprietari di ristoranti che Sordi frequentava. Tra i personaggi noti, amici di Alberto Sordi: Pippo Baudo, Rino Barillari, la contessa Patrizia de Blanck, Sabrina Sammarini (figlia dell’attrice Anna Longhi), Tiziana Appetito, Alessandro Canestrelli, Rosanna Vaudetti, Elena de Curtis (nipote di Totò) e tanti altri. Con l’intervento anche di altri cugini dell’attore, Sordi e Righetti, e alcune star internazionali sue amiche.

La mission
L’intento è di rendere noto al grande pubblico Alberto Sordi nella sua essenza umana: amori nascosti, manie, paure, rimpianti, maldicenze, sentimenti, affetto per gli animali e per i più deboli, la sua generosa filantropia, i suoi cibi preferiti (Nutella, pasta, pomodoro ecc.), il suo rapporto con la politica, le sue selezionate amicizie, le sue abitudini, la sua umanità verso i più bisognosi, il suo modo di affrontare la vita, il suo rapporto con la famiglia, la spiritualità, i giovani, il suo profondo legame con Roma e con l’Italia, le sue ultime volontà. Vengono anche date risposte alle molte domande che milioni di italiani si sono sempre fatti: come nasce la leggenda della presunta avarizia di Alberto Sordi, perché non si è mai sposato, perché non ha mai voluto interpretare personaggi politici e come nascevano i protagonisti dei suoi film, come Guglielmo Bertone detto “il dentone”, i suoi rimpianti, la sua passione per il collezionismo di opere d’arte e mobili antichi, il suo rapporto con i genitori Maria Righetti e Pietro Sordi, con le due sorelle e il fratello. Vengono mostrate anche alcune location emozionanti (ville, castelli, palazzi) in cui ha girato celebri film come “Il marchese del Grillo”; la consegna della laurea honoris causa a lui assegnata il 24 aprile del 2002 dall’Università di Salerno che dedicò, commuovendosi, alla madre Maria Righetti, nonché quella alla Iulm di Milano; la giornata da “sindaco di Roma” per il suo ottantesimo compleanno, con la fascia tricolore prestatagli da Francesco Rutelli; i luoghi dove è nato ed è vissuto, ma anche quelli in cui ha passato tanti anni felici durante le sue vacanze, come la splendida villa sul mare a Castiglioncello. Inoltre, il docufilm porta il pubblico nei luoghi da lui frequentati (ristoranti, negozi, bar, ecc.) e in quelli in cui ha vissuto da bambino e da adolescente, come Valmontone.

Alberto nel mondo
Alberto Sordi è ancora molto amato e conosciuto in tutta Europa, nel Sud e Centro America, in Russia, in Australia e negli Stati Uniti (nel ‘55 il presidente americano Truman lo invitò a Kansas City per consegnargli le chiavi della città e la carica di governatore onorario, come premio per la propaganda favorevole all’America promossa dal suo personaggio Nando Moriconi; nel ‘79 ricevette la cittadinanza onoraria della città di Plains in Georgia). Numerose le retrospettive a lui dedicate in tante città americane come New York (Carnegie Hall Cinema), Los Angeles, San Francisco, ecc. Una retrospettiva sulle sue opere è stata organizzata anche a Sidney. Questo docufilm è utile anche alle nuove generazioni, perché la memoria storica di un grande attore come Sordi non vada perduta.

NB Management
Nella realizzazione e promozione del docufilm “Alberto Sordi segreto”, NB Management sarà impiegata in qualità di sponsor researcher ed è lieta di offrire alle aziende partner la possibilità di poter essere presente all’interno di un contesto così importante, che rappresenterà un unicum nella narrazione della vita dell’iconico attore che ha fatto la storia del cinema italiano nel mondo. Le persone ed i luoghi cari ad Alberto diverranno una imperdibile occasione per evidenziare brands e prodotti che, in occasione della realizzazione delle interviste, verranno accostati ai notissimi protagonisti, regalando prestigiosa visibilità protratta nel tempo e con un pubblico che non si limiterà a quello che assisterà alla proiezione del film, ma diverrà itinerante con la partecipazione dello stesso ai più prestigiosi Festival nazionali ed internazionali. Ai brands verrà offerta l’esclusiva in modo da poter godere della massima visibilità.